Questa volta

Prendo la tazza tra le mani, segno che l’estate è andata, se ne riparlerà tra molti mesi.

Piano piano scivolo nell’angoscia del dover coprire il mio corpo, sì lo so devo proteggermi dal freddo: mi ammalo al primo crollo delle temperature.

Sto fissando un monitor che è in parte invisibile, il mio occhio destro mi ha abituato male e io mi sono adeguato.

A vent’anni non ero così, nessuno è così a quell’età ma di tempo ne è passato più del doppio.

Oggi non mi sento conciliante ho un mal di denti che non riesco a sopportare, proprio come non sopporto le medicine che prendo per non sentire il dolore.

Adesso metto la testa giù e vado avanti. Sono diventato un automa.

Ah domani è il mio compleanno non so il motivo ma dopo tanti tanti anni questa volta ho voglia di festeggiarlo.

Metti che ti regalano un pò di zucca

DSCF4512 DSCF4513

Ma poi a dire il vero ci hanno regalato anche dei porcini.

Quindi risotto alla zucca coi porcini.

DSCF4514 DSCF4515 DSCF4516

Questa è tuttavia la storia di un fallimento, in realtà non mi è venuto bene.

Succede sempre così quando il tempo a disposizione è poco, da quando abbiamo prole non possiamo più permetterci i lussi di cucinare con calma al ritorno dal lavoro…

 

Inutile dire che a me è piaciuto lo stesso.