Sto raccogliendo

Sto raccogliendo un po’ di cose.

Qualche idea per rivitalizzare questo spazio che fa anche lui parte di me, adesso dorme, ma va bene così, qualche foto, qualche immagine mentale.

Ridefinisco qualche coordinata, immaginando la vita come se si dovesse raccontare seduto a un tavolo in compagnia del proprio migliore amico o meglio/peggio ancora di uno specchio.

Ci sono tanti incroci, tu scegli sempre dove andare, talvolta sei sicuro della svolta altre volte sei indeciso.

Per tutte quelle volte che la scelta non era certa è come se nascesse un tuo sosia che invece è andato di la’. Adesso come sta? Chissà che cosa pensa… Che fine avrà fatto?

Di sicuro vorrei iniziare a documentare i miei progressi culinari e i miei esperimenti.

Tutti assolutamente inutili, altrimenti non li scriverei.

Ci stanno convincendo che dovremo tornare al cibo perché ormai solo quello ci potremmo permettere. Forse nemmeno quello ma non potremo fare a meno di procurarcelo.

Io non ho nulla di importante da dire, solo che mi piace cucinare e mangiare quello che preparo.

Ad ogni modo l’estate sta finendo ma non fino a quando riusciamo ad andare al mare.

Speriamo che tenga ancora un po’, le previsioni non aiutano a sperarci troppo.