Ero in ruck

Nel Rugby ci sono quelli che spostano il piano e quelli che lo suonano.

Sono in ruck, giù, proteggo il pallone.

Arriva il mediano ed apre il gioco.

Gli avversari si alzano.

Di fronte a me una riserva, col caschetto si vede che non gioca spesso si muove spaesato, è piuttosto sovrappeso.

Viene via, io sono ancora bloccato giù e mi appoggio al suolo sulle mani, la destra è oltre.

Il tombolotto torna indietro, ricordandosi del trucchetto che gli devono aver spiegato e vedendo le mie dita lì cerca di calpestarle ma non le centra.

Io alzo lo sguardo e lo apostrfo,beffardo e ridendo, “ahah non me le hai prese”.

A Rugby ci sono quelli che spostano il piano e quelli che lo suonano.

Annunci

Lascia un commento. Scrì innoi su chi oisi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...