Esticazzi…

Bene, anzi benone: sono contento!
Ieri sera ho finalmente finito di leggere i Grundrisse di Karl Marx.

Annunci

Alti e bassi

Periodo di riflessioni questo.
Non so nemmeno che senso abbia esternarle pubblicamente, ma non me ne preoccupo.

Il fatto di avere constatato di essere guarito dai miei problemi fisici mi ha anche spinto verso un periodo di riflessioni a tutto tondo.

Adesso che so di essere a posto mi sento svuotato di motivazioni.
Mi sento spinto verso una sorta di appagamento, vedo certe cose della mia vita come dettagli.
Non trovo corrispondenza nel gruppo della mia squadra nel quale spicca un branco di ragazzotti esaltati che mi sono distanti come minimo 2 lustri all’anagrafe e 4 nella testa.
Comincio a sentirmi stanco psicologicamente ed ho tanta voglia della mia generazione, di riabbracciare quei miei amici, nati nella prima meta` dei 70 come me.

Il fatto e` che sono stanco morto ed ho tanta voglia di normalita`.
Voglia di passare il testimone di certe cose e vederlo in mano ai miei piccoli.

Che bello essere entrati in un asilo comunale che funzioni, unica pecca..manca l’ascensore mannnnaaaggggggiiiiiaaaa, 4 piani a piedi, le maestre m’han detto di fare richiesta al comune..vabbeh così unisco anche la ginnastica e mi rassodo le gambotte hihihihi:)

Tutto e` bene…

Quel che finisce bene.

Il nostro piccolo grande eroe e` da due giorni in un asilo nuovo.
E` una struttura comunale, con lista di attesa, non ci speravamo piu`, ci hanno contattati il 31 Ottobre.
Non solo perche’ e` piu` vicino a casa, piu` grande, con piu` verde ci piace anche perche’ e` un posto “intelligente”.

La struttura statale dove aveva iniziato ad andare fa parte del circolo didattico del quartiere, che si pregia, nel sito web, di includere una popolazione ad alta scolarita` e di nazionalita` italiana. Un posto dove era stato un problema il non essere cattolici, oltra all’allergia alimentare, che, richiedendo in caso di anafilassi, un farmaco salvavita aveva mandato nel pallone le maestre. Fino al punto di richiederci una manleva, che ovviamente non abbiamo dato.

Insomma proprio mentre stava scontando 3 settimane di malattia arriva questa inaspettata chiamata.

Qui nell’asilo comunale c’e` una popolazione multietnica, un ambiente multiculturale e la maestra ha subito precisato che il natale per loro e` laico. Niente recite o recitine con il bue e l’asinello, per inciso di la’ ci avevano gia’ avvisato che a natale fanno la recita religiosa e che non l’avrebbero certo eliminata per una persona sola (come se noi avessimo la loro stessa mentalita` evangelizzatrice, volevamo solo il rispetto dei nostrri diritti). L’attivita’ alternativa all’IRC di la` non esisteva era demandata all’improvvisazione delle maestre, cosa che mi sembra non troppo legale, qui fanno teatro!
La primavera fanno giardinaggio e piantano ciascuno la propria piantina…

Ma come sono contento!!!!

La ciliegina sulla torta e` l’esordio, a sette mesi di distanza, dopo una diagnosi impervia e una riabilitazione nella quale non credevo, in campionato… OK abbiamo perso ma che emozione ritornare a vestire la mia maglia, le mie scarpe, il caschetto e le protezioni all’ala degli Amatori Rugby!!!